Matavitatau propone attività che vanno alla riscoperta delle radici latine della cultura italiana attraverso lo studio della storia, dell’archeologia, della gastronomia e degli usi conviviali di Roma antica. L’attività di ricerca prevede anche viaggi in luoghi di significativa valenza storica, per approfondire la conoscenza del patrimonio archeologico e storico-artistico italiano.

Fa parte integrante del programma sociale l’insegnamento della cultura e della lingua italiana basato sull’impostazione umanistico-affettiva e svolto secondo una prospettiva ecologica. Il lavoro dei soci è dedicato alla divulgazione della cultura gastronomica di epoca romana, attraverso lo studio delle fonti latine e delle ricette della tradizione regionale italiana.

Gli incontri, seguiti dalla degustazione di cibi ispirati a ricette antiche, vengono realizzati in luoghi legati alla memoria dell’antichità; la visita guidata di resti archeologici inglobati nelle città moderne e di domus romane, permette inoltre di approfondire e ricostruire un frammento di vita antica.

Cosa significa “Matavitatau”?

Il termine “MATAVITATAU” – formula magica che si trova in un passo del Satyricon (62,9) di Petronio – è stato adottato dall’Associazione per evocare un modo originale di guardare la realtà che lascia spazio alla meraviglia e coglie l’attimo iniziale, inatteso e dirompente della creatività umana. “Matavitatau” è una sorta di ‘formula magica’ in cui risalta fortissimo il valore musicale e onomatopeico della parola.